Chiamami

Chiamami una volta al mese
ti racconterò qualche fatto
importante e qualche frivolezza
come del giorno in cui
ho sfiorato due frontali
e alla radio andava
“Crash! Boom! Bang!”
e ho pensato all’ironia della vita
ed ho sorriso.
Chiamami una volta a settimana
ti racconterò che mi piace
il fresco contatto con questi ambienti
enormi e labirintici – ho una planimetria
schiacciata nell’agenda –
le menti impegnate che mi gravitano
attorno i sorrisi d’indipendenza
e la sorpresa di alcuni nel trovarmi qui.
Ti racconterò dei risvegli frenetici
del lunedì, che il mercoledì
non fa più tanta paura
e il sabato ha un andamento spesso
sussultorio.
Chiamami una volta al giorno
quando il mattino spazza il buio
a colpi di spazzola e liscia le nuvole
in lontananza.
All’ora di punta
quando ho mani impegnate
e solo lo spazio tra il collo e la spalla
da poterti dedicare.
Chiamami nel pomeriggio che sanguina
la sera quando i silenzi
affollano le stanze e i rumori
fanno sussultare.
Chiamami…
la notte è un ciclope da accecare.
Ed è più facile in due.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...