IL BAMBINO E LA SEGGIOLA

Quando la maestra assegnò i posti, l’unico bambino che storse il naso fu Martin.

Martin era un bellissimo bambino, intelligente e vivace come la divinità romana da cui deriva il suo nome, ossia Marte. Marte, lo si sa, è il dio della guerra e Martin era davvero un guerriero, uno di quei piccoli guerrieri che affollano le classi delle nostre bellissime scuole italiane.

Proprio perché guerriero, Martin era sempre attento a quello che accadeva intorno a lui e pronto ad aiutare gli altri compagni. Insomma, era un guerriero buono.

Quel giorno però non accettò il posto assegnato. Diceva che la seggiola affiancata al banco aveva una gamba senza gommino e perciò zoppa da un lato.

La maestra gli disse di non preoccuparsi e che entro sera l’avrebbe fatta sistemare dal bidello.

Martin era poco convinto e quando cominciò la lezione, iniziò a dondolarsi sulla seggiola con il rischio di cadere. La maestra spiegava e lui ballava sulla gamba della sedia.

“Smettila Martin!” gridò la maestra. “Vuoi cadere?”

Martin si arrestò per qualche istante, poi riprese a danzare sulle punte della seggiola.

D’improvviso si sentì un frastuono, proprio mentre la maestra stava spiegando gli accenti e quel tonfo sembrò l’acuto dell’accento sulla U.

BUUUMMM!

Martin era caduto a terra e con lui la seggiola che fino a qualche istante prima sembrava danzasse sulle note di una musica rock. Ora sul pavimento Martin e la seggiola erano disarmati come un guerriero e il suo cavallo.

La maestra corse verso il bambino e si tranquillizzò quando si accorse che non si era fatto male.

“Le seggiole sono fatte per sedersi non per dondolarsi” spiegò la maestra.

Martin chiese scusa e fece una carezza alla maestra, poi mise a posto la sedia, accarezzò anche quella, e come un guerriero buono tornò ad ascoltare la lezione.

Era meglio dondolarsi sugli accenti che su una seggiola alquanto dispettosa.

 di Stefano Re

  1. simpatica e dolce questa storia di Martin. Alla fine ha capito che era meglio non dondolarsi.
    Complimenti. Sempre indovinate le tue storie.
    O.T. per dicembre ci sei? Ti va di cominciare il mese? il 4 dicembre è tuo, se confermi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...