Storie in pillole – II

Erano note straniere eppure stranamente familiari, una melodia dolce e aspra retaggio di una popolazione antica e austera, nata dalle radici fredde della Scandinavia.

Clio non riusciva a spiegarsi perché ma, quando sentiva quella musica, la sua mente andava subito al Nord, quello estremo delle aurore e del sole di mezzanotte che immaginava fatto di spazi sconfinati, silenzi e solitudini, caminetti accesi, neve e… “casa dolce casa”.

Accese il portatile e cercò immediatamente il primo volo disponibile per la Scandinavia, senza una meta precisa, lasciando che fosse il destino a decidere per lei: Isole Faroe, sperdute nell’oceano tra la Norvegia e l’Islanda.

Fece qualche telefonata, fece le valigie. Preparò una tazza di cioccolata bollente e si sedette sul divano, pensierosa.

“Lo sto facendo davvero…” disse tra sé e sé. “E’ il sogno di una vita e lo sto accogliendo. Finalmente.”

Eivør – Trøllabundin

 

  1. è bello decidere così e affrontare un viaggio con destinazione isole sperdute nel mare.
    Brava.
    O.T, il 2017 va in archivio e affrontiamo il nuovo calendario. Se ci sei ti avrei riservata la data del 7 gennaio. Va bene?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...