E fu sera e fu mattina

E fu sera e fu mattina. Le cose avvengono solo di giorno e la notte la creazione si prende una pausa, salvo chi le pensa di notte per poi farle di giorno e interferire con i piani di dio che intanto era arrivato fresco fresco al secondo giorno dopo la faticaccia di aver fatto tutto al buio senza pensare di collegarsi all’Enel. Come spesso accade, mi trovavo da quelle parti a controllare i lavori e tutto quel tempo sprecato mi pareva un peccato. Lo dissi a dio, che non aveva ancora inventato la colpa e quindi non sapeva cosa fosse il peccato. Glielo dissi e al terzo giorno si illuminò dicendo “Fiat lux”. Si levò un coro di “già detto ieriiiii eri eri eri…” con tanto di eco. Non volevo infierire ma quella cosa del buio lasciato a se stesso mi tormentava e a nulla sono valse le parole di dio “vai in pace”. Io lo sapevo che non ci si doveva fidare di uno che parla in questo modo. Non aveva ancora inventato la guerra e già parlava di pace. Ma si può?

Comunque, avevo ragione io. La notte, lasciata allo sbando, generò il Male e ci fu poco da dire a dio “te lo avevo detto”. Se le cose si fanno a metà poi non ci si può lamentare che altri si prendano i propri spazi, soprattutto se inventi prima il libero arbitrio e poi i comandamenti. Si avverte un vuoto di potere e le persone intraprendenti se ne approfittano. Però è vero, non c’è più il dio di una volta e ora il mondo si fa in sette giorni, come se dio avesse detto: “ragazzi prendo ferie e mi faccio un mondo”, giusto così, per parlarne al ritorno con i colleghi. Ora ci troviamo con un’infinità di mondi low-cost e pochi buchi neri per fare pulizia.

E fu sera e fu mattina. Questa frase gli è venuta da dio e ce la dobbiamo tenere. Anche se, a pensarci bene, non ho ancora trovato un modo di dire che renda meglio il passare del tempo. Evidentemente anche lui qualcosa di buono l’ha fatta. Però, creare me dopo aver creato lui non mi convince ancora bene del tutto. Dice che ha voluto fare delle prove prima di concentrarsi sul modello giusto ma a questa cosa mica ci credo. Se sei dio non hai bisogno di fare prove, tu devi sapere già quello che vuoi, altrimenti casca l’asino e non sei dio.

E se, alla fine, visti i risultati, non fosse stato un dio a creare tutto quanto ma un qualsiasi specialista di mondi in pausa pranzo o un pensionato durante una partitella al dopolavoro ferroviario? Molte cose si spiegherebbero, anche il mio continuo delirare in questo modo.

Annunci

  1. stupendo! Ironico e graffiante la creazione del mondo che mi ha divertito un mondo 😀
    Complimenti

    O.t. per Aprile è pronta la data del 21 aprile – se non ricordo male è il giorno di Pasqua – va bene?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...